Libertè, egalitè, cornifiquè

Listener2

Posso dire una cosa?

Io, della vita sessuale di Hollande, delle sue scappatelle, della storia della moglie ricoverata in ospedale schiacciata dal peso delle corna, mi sarei un tantino rotta i marron glacè (e scusate il francesismo).

Ma chi se ne frega se Hollande si fa l’amante, se la va a prendere in scooter e se mangiano croissant nel pied-à-terre vicino all’Eliseo.

Che amarezza, ormai nemmeno le corna si possono più fare in santa pace! Sono giorni che i tg non parlano d’altro, che sui giornali non si legge altro. Tutti impegnati a disquisire attorno all’amletico dubbio: corna si o corna no? Se non ricordo male, era dai tempi del culo di Pippa Middleton che non si discuteva così tanto di politica estera!

Insomma, a me, il tradimento di Hollande appassiona quanto una retrospettiva sul cinema iraniano degli anni ’50.  E’ solo una noiosa e soporifera storia di corna, una sorta di bunga bunga in salsa marsigliese dove mancano, giustappunto, Ruby Rubacuori e il cagnolino Dudù. Pensiamo piuttosto a valorizzare il made in Italy, concentriamoci sui puttanieri di casa nostra e non permettiamo ai cugini transalpini, antipatici e spocchiosi, di rubarci ancora una volta la scena. (E, a proposito di furti, già che ci siamo, facciamoci pure restituire la Gioconda).

Quante storie per un paio di corna! E’ vero che sono come i dentini e che quando spuntano fanno male ma, da quando in qua, per un dentino si finisce in ospedale? Cara Valerie, dopo le corna, non ci si fa venire un coccolone. Dopo le corna si va dal parrucchiere, si va a fare shopping, ci si ubriaca con le amiche.

E poi, come può, uno come Hollande, piacere addirittura a due donne contemporaneamente?  Perchè diciamoci la verità, monsieur le Prèsident non incarna di certo il prototipo del maschio alfa, del tombeur de femmes, dello sciupafemmine gallico a cui il marchese De Sade  ci ha abituato.

François è solo un ometto grigio, scialbo, in piena crisi di mezza età che ha pensato bene di concedersi qualche scappatella giusto per essere un presidente all’altezza dei suoi predecessori. Altrimenti non si spiega. Ma voi ce lo vedete Hollande infoiato dire spudoratamente ad una donna “voulez vous coucher avec moi?”.  Io no, proprio no.

Comunque anche questa storia, per quanto banale, ha una sua morale. Che pure nella puritana Francia, fottere è sempre meglio che comandare e che pure nella puritana Francia, quella cosa li tira più di un carro di buoi.

C’est la vie!