Così va il mondo

IlGiroDelCielo-02

La politica sarebbe una bella cosa, se solo non ci fossero i politici.

Vecchi che, a ridosso delle elezioni, parlano di futuro e decidono come si dovrebbero fare le cose che si sarebbero dovute fare tanto tempo fa.

Giovani che fanno promesse che non potranno mantenere, propongono leggi che non faranno rispettare, che non hanno la minima idea del problema, ma sostengono di avere la soluzione migliore di quella degli altri e, mentre la barca affonda, parlano del colore del giubbotto di salvataggio che non è in tinta con la scialuppa.

Ma come si fa ad andare a votare se questi continuano ad aprire bocca?

Con tutta la merda da spalare che c’è in giro, si perdono intere giornate a parlare di vaccini, di razza bianca, di sacchetti biodegradabili, di scimmie clonate, di bordelli da riaprire e di famiglie tradizionali da difendere.

Che poi chissà perché quelli che vogliono difendere la famiglia tradizionale sono quelli che una famiglia non ce l’hanno o ne hanno più di una.

Che hanno ex mogli, figli nati da diversi matrimoni, amanti e concubine minorenni e che le corna le fanno tradizionalmente.

Per non parlare degli inciuci, degli intrighi, delle voltagabbanerie, delle notizie false spacciate per vere, delle idee stantie, delle dichiarazioni fuori di testa e degli slogan raccapriccianti urlati a destra, a sinistra, sopra e sotto.

La scelta dell’imbarazzo.

Tra candidati che fanno da stampella a parole prive di agganci con la realtà, politici con l’aria da impiegati del catasto che hanno fatto carriera e aspiranti politici che non riescono a decidere sulle sorti di un partito, figuriamoci quelle di un paese.

E poi, il giorno dopo, tutti a cantar vittoria. Vincitori e vinti.

Se così va il mondo, in un paio di posti cambieranno le marionette, ma non certo chi tira i fili.

Se il mondo va così, non abbiamo bisogno di elezioni. Abbiamo bisogno di un cavallo.

Datemi un cavallo e lo farò senatore.

E intanto fuori piove. Futuro governo ladro.

42 pensieri su “Così va il mondo

  1. Carissima José, temo non sia rimasto nulla nella politica se non la rincorsa a ciò che fa più presa, ovvero agli istinti peggiori. Sono stati assecondati così tanto e per così tanto tempo che mi sembra quasi impossibile non solo tornare indietro, ma anche semplicemente fermare questa discesa. E la colpa dei media è enorme, enorme. Altro che fake news.

    E niente, viene voglia di scappare e coltivare patate nel Burundi settentrionale… vieni con me? 😬☹️

    Un caro abbraccio 😘❣️

  2. Ma “di vaccini, di razza bianca, di sacchetti biodegradabili, di scimmie clonate, di bordelli e di famiglie tradizionali” è importante parlare. Sarebbe bello però non sentire sempre le stesse proposte.

    • Il problema, caro Gab, è che io finora non ho sentito proposte nemmeno su quei temi, ma solo una sfilza di accuse, insulti, insinuazioni e fesserie.
      Magari avessi sentito pareri competenti e proposte costruttive. Magari. 🙂

  3. ineccepibile (e con parole ritmiche) come sempre, ma sai perchè io andrò a votare? Perchè nel panorama desolante che descrivi c’è sempre uno che è “più peggiore assai” degli agli altri (non è lo stesso per tutti, ovviamente) e quello cercherò di contrastarlo col mio voto.
    ml

    • Il tuo ragionamento non fa una piega, caro Massimo.
      Quindi tira fuori il nome del meno peggio e lo voterò.
      (Ma tu guarda come ci siamo ridotti. Dagli “Oi Aristoi” di ellenica memoria, al “meno peggio”.)

  4. Ho deciso di non ascoltare le parole …mi vado a rivedere cosa hanno fatto i governi degli ultimi 15 anni, chi ha fatto danni e chi invece ha cercato (a volte riuscendoci, altre meno ma almeno sforzandosi di farlo) di migliorare l’economia e la situazione del lavoro.
    Tra chi ha provato a rompere con il passato e chi (da una parte e dall’altra) invece spaccia per “nuovo” il capello grigio (o quello tinto).
    A chi, invece, non ha mai governato non darò fiducia, siamo in una situazione delicata e non ci possiamo permettere di fare tentativi o esperimenti

  5. Purtroppo hai totalmente ragione. Sul cavallo avrei un dubbio: intendevi il cavallo di Troia? In effetti di troie in questi anni ne abbiamo avute molte, chissà che invece puntando sul cavallo….. 🙂

    • Amica mia, sai che facciamo?
      Ci trasferiamo su Marte e eleggiamo presidente il primo cactus che troviamo.
      Ci sono i cactus su Marte? Sennò porto io qualche fico d’india dalla Sicilia.
      Ah, e tu porta i baci di dama che li facciamo ministri! 😊

  6. Tra il serio e il faceto hai scritto esattamente le cose che penso io.
    Stavolta è proprio dura scegliere per chi votare. Mi sa che farò come sempre, voterò il meno peggio. 😊

    • Io proporrei di far scegliere i ministri dalla giuria demoscopica di Sanremo e di comunicarci i nomi durante la finalissima del sabato.
      Che ne dici, Anto? Almeno ci leviamo il pensiero…😂😘

  7. Ehhh. Io so. Perchè tanto tempo fa ci misi il naso. Ma mi han buttata fuori. Chi mi rappresenta? Chi ? L’idiota, lo scemo? La politica è uno slogan poi della polis chissenefrega.

    • So anche quello, visto che con i politici ci lavoro tutti i giorni.
      Meno male però che ti ho conosciuto quando ormai ti avevano buttato fuori, perché il verde-Lega non è proprio il mio colore preferito! 😂❤️

      • Ma guarda Lega è stato un caso. Io mi divertivo come una scimmia. Loro meno con me. Poi il colore era solo colore credimi.

  8. Pingback: Post Copy&Paste | Fuori sincrono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...