Scritto di corsa (terza ed ultima parte)

babbo-natale-nei-dipinti-famosi-botticelli

Il Natale si avvicina, accidenti a lui.

Le città sembrano già più belle, Dio più credibile e gli stronzi più buoni.

Presto ci saranno i pranzi di famiglia, i ricordi, le nostalgie, gli auguri, i baci, gli abbracci e lo scambio dei regali.

Ci sono mille modi di fare un regalo di Natale.

Io, quest’anno, ho deciso di farne pochi, ma accetterò tutti quelli che mi arriveranno: un sorriso, una frase buttata lì per caso o forse no, una dimostrazione d’affetto, un cazziatone vestito da dimostrazione d’affetto, un bracciale di perle, qualche perla di saggezza, un abbonamento alle terme, un weekend a Parigi, una settimana sul Mar Rosso, dieci giorni su un atollo qualsiasi di un oceano qualsiasi, un buono regalo di Sephora, un profumo di Narciso Rodriguez, un libro di De Giovanni, un lavoro alla Sellerio, l’autografo di Camilleri, un cd di Bollani, una borsa di Hermès, una valigia di Furla, un negozio intero di scarpe, un corso di fotografia, il MacBook Air, l’iPod bianco, la Moleskine nera, una pashmina grigia, un vestito colorato, un biglietto per il concerto di Patti Smith a Roma o dei Guns N’ Roses ad Imola o per la mostra di Peggy Guggenheim a Venezia o di Basquiat a Milano, un ciondolo di Pandora, un kg di pata  negra, una cassa di Gewürztraminer, un presidente del consiglio donna, un vitalizio come i politici, un invito a cena da Ryan Gosling, uno a pranzo da Jude Law, il culo di Belen, la testa della Montalcini, la voce di Mina, una via d’uscita, abbracci vecchi, facce nuove e altre cose importanti che facciano diventare meno importanti le cose importanti di un tempo.

Perché, si sa, è brutto ricevere regali non graditi. Che poi tocca fare il sorriso di circostanza come Maria quando, scartando i regali dei Re Magi, capì che era mirra.

Io, se potessi, regalerei a tutti voi una pazzia.

Oppure del tempo.

Sì, tempo in più. Un anno a te, dieci a lei, mesi sparsi un po’ a tutti, da spendere come, dove, con chi volete.

Ma non posso.

E allora, per questo Natale, vi regalo un desiderio.

Esprimetelo qui e si avvererà. Scommettiamo?

Annunci

45 pensieri su “Scritto di corsa (terza ed ultima parte)

  1. Spero che poi sia andato come auspicavi altrimenti ti tocca rinnovarli per il prossimo! Però…io fossi in te starei attenta agli atolli negli oceani che una sta li che si crogiola al sole e booom…qualche francese ci fa un test nucleare per vedere l’effetto che fa! E riguardo al presidente donna…mmm…purtroppo essere donna non vuol dire nulla…potrebbe essere donna ed essere stronza come la Merkel, bastarda come la Tatcher o incapace come la Gelmini quindi…maschio o femmina che sia…sarebbe bello fosse onesta/o e capace!

    • Hai ragione, ma quando ho scritto il post pensavo alla Bonino.
      Ecco un presidente donna come lei mi piacerebbe.
      Ma qui in Italia è utopia, se non sono ladri, bugiardi, plurindagati e vecchi non ce li vogliamo.
      Per quanto riguarda l’atollo correrò questo rischio.
      Vuoi venire con me? 😊

      • La Bonino si, gran bella persona…ce ne fossero!
        Per l’atollo…non amo stare al sole…già mi considero fortunato ad essere uscito vivo da questa estate infuocata ma…se mi tieni all’ombra…se pò fa!:-D

  2. A proposito sono andata a comprarti una Moleskin alla cartoleria qui in paese: ” mi dispiace ma le mollette non le vendiamo”; ho preso un etto di pata negra alla coop era in offerta.😉

      • una grandissima colonna sonora natalizia, in più ti regalo un consiglio per un film da vedere assolutamente e poi la smetto di intasarti i commenti con i video 😉

        e in un certo modo ci sono pure i Guns N Roses

      • Un, ma grazie!
        Ho visto il trailer e il film sembra interessante, quindi lo vedrò sicuramente. E poi se ci sono, in qualche modo, pure i Guns, devo per forza! 😍
        (Tu non intasi mai, per me è un piacere essere letta da te e leggerti.
        E poi, che tu mi sia mancato lo sai già…😘)

      • Prego! Guardalo, non vedevo un film così bello da tanto tempo. Ovviamente poi mi fai sapere la tua opinione 😉

  3. Pingback: Handmade with Love | Semi da piantare

  4. Mi piace il tuo regalo e te ne ringrazio! 🙂
    Ci stavo pensando in questi giorni: come mi ero goduta di più il periodo prenatalizio quell’anno in cui ero riuscita a dire davvero di no ai regali!!! 😀
    Quest’anno mi son fatta fagocitare dalla fregola, e se da una parte son riuiscita a fare qualche regalo “col cuore”, dall’altra mi sto perdendo in corse smaniose alla ricerca di idee per “gli inaccontentabili” 😉

    • Io sono quella dell’ultimo minuto, dell’ultimo giorno.
      Fino ad ora ho fatto solo due regali e, nonostante i buoni propositi di farne pochi, me ne mancano circa una ventina.
      Aiuto! 😱
      (Sono contenta che il mio regalo ti sia piaciuto, spero che il tuo desiderio si avveri! 😘)

      • Grazie ancora 🙂
        Mi hai fatto venire in mente una bella idea, da proporre (mmmh.. ci devo pensare un po’ su..) ormai magari l’anno prossimo. Non regali (tranne che ai bambini) ma biglietti scritti a mano. Se ci pensi, è qualcosa di molto più vero, non rischia di essere fuori luogo/ingombrante/inutile/sbagliato, non costa economicamente nulla e in più è un pezzettino di sè che si dedica all’altra persona, nel momento in cui ci si ferma a pensare, a comunicare quel pensiero, ad augurare del bene. E lo si può infarcire, accompagnare con una microrealizzazione fatta a mano.. io la troverei la cosa più bella 🙂
        Che ne pensi?

      • Che sarebbe davvero bello!
        Io almeno apprezzerei tantissimo un regalo così.
        Ma quello che mi piacerebbe davvero, sarebbe regalare a tutti dei libri e aggiungere per ogni destinatario una dedica, una frase, un pensiero.
        Ecco, questo mi piacerebbe proprio!

      • Perché, ahimè, non tutti gli amici e parenti che mi ritrovo sono amanti della lettura.
        Se, ad esempio, a mio fratello dovessi regalare un libro, credo che non mi parlerebbe fino al ferragosto successivo! 😊

      • ..in realtà ci sono libri un po’ di tutti i tagli.. Certo, all’ultimo momento la ricerca diventa difficile, ma se ci fai caso ci sono davvero libri su tutto e di tutti i tipi, di narrativa, saggistica, ma anche legate a hobby, passioni, curiosità, fotografici, turistici e tanto altro.. e per chi proprio i libri non li riesce a leggere, ci sono (costicchiano un po’ ma sono meravigliosi) libri/arredo dai pop/up in carta a quelli in legno, a queste vere opere d’arte.. https://www.facebook.com/labellezzaprofumadisuo/

    • Uh, ma che bel regalo!
      Grazie, Furty!!!
      Non l’ho visto, ma se mi dici che é bello allora rimedierò.
      E poi la Kidman mi piace tanto in questi film così drammatici ed inquietanti.
      Grazie ancora 😘😘

  5. Un lavoro da Sellerio non sarebbe male, anche se effettivamente anche il culo di Belen ha il suo perché! Io purtroppo il regalo che vorrei farti temo non sia così facile da realizzare. Mi toccherà ripiegare sulle pantofole? Non sia mai detto! Che poi io sono sempre più dell’idea che i regali è più bello farli che riceverli (t’immagini le risate quando vai a comprare un paio di pantofole pensando alla faccia che farà lo sventurato che le riceve? E t’immagini invece quando lo sventurato sei tu?), però se proprio insisti allora vada per un biglietto per l’Avana!

    • Lo so, Romolo.
      E so anche che, se fosse dipeso da te, quel regalo me lo avresti fatto eccome.
      Ma il viaggio a Cuba mi sembra una valida alternativa! (Va bene anche un biglietto di sola andata, eh! 😊) 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...