Panem et circenses

d13

E’ in giorni come questi in cui mi dispiace, ma mi dispiace veramente, che il bel mondo antico pagano sia definitivamente tramontato.

Perché se Scilla e Cariddi fossero ancora in servizio, ci avrebbero pensato loro a far capire al Presidente del Consiglio chi comanda sullo stretto di Messina.

Lo avrebbero atterrito con le loro enormi teste di cane e le bocche piene di denti acuminati e gli avrebbero fatto passare la voglia di sparare annunci di miracoli a caso.

Che poi a me Renzi non sta neanche antipatico.

Eppure, lo ammetto, le ha tutte le caratteristiche dell’uomo insopportabile.

E’ retorico, vanitoso, noioso, magniloquente, sconsideratamente furbo o stupidamente ingenuo.

Convinto com’è di essere l’uomo della Provvidenza, si comporta come un imperatore romano, uno di quelli che si assicuravano il consenso del popolo con regolari distribuzioni di grano e l’organizzazione di grandiosi spettacoli pubblici.

Perché il panem et circenses sarà anche roba vecchia, ma funziona sempre.

Solo che adesso il panem ce l’hanno quasi tolto di bocca e sono rimasti solo i circenses.

E visto che non era disponibile il Colosseo, lo spettacolo stavolta Renzi ha deciso di ambientarlo a Messina, sullo stretto.

Così, cavalcando un vecchio cavallo di battaglia, ha detto che lui il ponte lo farà.

Perché lui tratta l’Italia come se fosse il suo Monopoli personale, il suo giochino, quello che sognava da tanto tempo di avere ed ora che ce l’ha tra le mani si diverte così, comprando il Parco della Vittoria, vendendo una villa con piscina sul Viale dei Giardini e costruendo un ponte su Vicolo Stretto.

Gioca ai problemi veri con i soldi finti.

Perché il problema del ponte sullo Stretto non è farlo o non farlo.

E’ che prima di farlo, Renzi dovrebbe capire che laggiù manca lo stretto necessario e che il ponte sullo stretto, al momento, non è necessario.

Prima dovrebbe completare la Salerno-Reggio Calabria che è piena di deviazioni, frane e buche, aggiustare la Palermo-Catania che è piena di buche, frane e deviazioni, costruire nuove strade, reti ferroviarie, scuole, ospedali, mettere in sicurezza le coste e il territorio, risolvere il problema della spazzatura e dell’acqua.

L’acqua, appunto. Come pensa di impastarlo Renzi il cemento per fare lo stretto, se a Messina manca l’acqua?

Ecco perchè io, pur ritenendolo un’opportunità, il ponte non lo voglio.

E non lo vuole nemmeno Catarella, né Fazio e neppure Mimì Augello.

Siamo già in quattro, ma se ci contassimo sono convinta che saremmo molti di più.

E poi, fra qualche anno, ci penserà la deriva dei continenti ad unire la Calabria alla Sicilia, quindi a che serve il ponte?

Se proprio dobbiamo farlo, facciamolo almeno di pilu, come suggerisce da anni Cetto La Qualunque.

“…noi costruiremo un ponte sullo Stetto, un ponte di pilu, con otto corsie di pilu e una corsia di peluche per gli amici. Noi costruiremo un paese nuovo, dove è possibile anche avere due mogli, anche non pagare le tasse: un paese di pilu e cemento armato. E se il ponte non basta faremo anche un  tunnel, perché un buco mette sempre allegria!”

Insommamente, infinemente e concludibilmente quella del ponte è tutta ‘na pigghiata pù culu.

Annunci

26 pensieri su “Panem et circenses

  1. Tema sempre di attualità questo. Credo di pensarla un po’ come te o meglio, non mi piace la moda di chi dice no a priori, per partito preso o adducendo motivi opinabili tipo e ma poi rovinerebbe il paesaggio o tipo ma la zona è sismica e non si può fare o altre considerazioni simili. Io lo farei conscio del fatto che da sempre i ponti( se ben costruiti e ben fatti) alla fine sono diventati parte dei paesaggi della serie che sarebbe San Francisco senza il Golden Gate? Ponti belli come quello del diavolo o quello che distrussero in ex jugoslavia o i vecchi ponti romani! Non regge nemmeno la considerazione della sismicità…in Giappone o Cina ne hanno fatti in luoghi anche più sismici e stanno su senza problemi!Quindi alla fine il punto è decisamente un altro ed è che un opera del genere andrebbe fatta con criterio e come giustamente hai detto andrebbe fatta se e solo se “intorno” c’è un reale progetto di crescita di tutta un area. Inoltre andrebbe fatto uscendo dalle logiche clientelari di opportunità di guadagno che in italia fanno durare opere all’infinito. E dato che queste cose non ci sono e nemmeno ci saranno a breve allora…meglio evitare cattedrali nel deserto ed attendere tempi migliori che ci saranno chissà…forse tra due trecento anni….o chissà quando!

    • Hai elencato perfettamente i motivi per cui il ponte non si farà mai, ma siccome le elezioni si avvicinano sarà il cavallo di battaglia del politico di turno.
      Salvo poi dimenticarsene una volta eletto.
      Siamo in Italia, no? 🙂

  2. Tu sei davvero geniale amica mia! Quasi quasi ti perdono di avermi abbandonato nella nostra vita precedente e quasi quasi ti perdono anche per le tre o quattro mila volte che in questa vita mi hai dato della stronza! 😍

    • Tecnicamente non ti ho proprio abbandonato. Ti ho solo lasciato su uno scalino di una chiesa, affinché questa cosa ti fortificasse il carattere 😂❤️
      (Apparecchia la tavola che arrivò!)

  3. Aspetta, Catarella Fazio e Mimì non lo vogliono, ma dimmi che Salvo era solo in missione e non ha potuto votare, non farmi stare sulle spine!
    Secondo me Renzi è stato solo frainteso: voleva dire che vuole rifare i ponti che sono crollati in Sicilia negli ultimi mesi (si, proprio quelli portati alla ribalta dalla stampa, e che sono ancora nel medesimo stato!)
    Comunque, io il ponte lo vorrei: un ponte che unisca lo stretto necessario e l’assolutamente superfluo. E vorrei fare la spola, con una lapa con su scritto “traslochi e sbarazzi” 😉

    • Dunque: Salvo era a Boccadasse da quella camurriusa di Livia e, fino ad ieri, non si era ancora espresso.
      Oggi ha mandato un fonogramma con su scritto: Renzi, ammogghiala.
      L’idea della Lapa è geniale! Già che ci sei, attacca sul cassone pure l’adesivo di Bob Marley che si fa la canna e vedrai che successo!
      (Grazie padre Ralph, i suoi commenti sono sempre arguti, sagaci e stimolanti! :)* )

      • Meno male, Salvo non mi ha deluso (ma Livia, secondo me, il ponte lo vorrebbe )
        #Renziammogghiala lo facciamo diventare un hashtag? 🙂
        Arguti sono sempre i tuoi post, anche per questo mi piacciono. Continua sempre così! 🙂

    • Certo che puoi condividerlo, ci mancherebbe! 🙂
      Sono io che con facebook non ho mai avuto un buon rapporto.
      Se lo sottoscrivi allora siamo già in 5 a non volere il ponte: io, tu, Catarella, Fazio e Mimì Augello.
      Renzi, a questo punto, dovrà prendere atto del nostro dissenso! 🙂

  4. E qui scatta l’applauso! (anche io, pur ritenendolo insopportabile, temo che Renzi sia il male minore…certo, stavolta l’ha davvero fatta fuori dal vaso. Poveri noi…). Comunque sappi, tu che non sei su faccialibro, che quella sulla stretto necessario, te la rubo (però ti cito!)

    • Ma sono io che te la regalo, é tutta tua!
      E non citarmi che io su faccialibro non ci voglio finire neanche per relata refero!
      (E comunque, su questo tipo di post sei molto più bravo tu, quindi sono io che applaudo te!) Sentiamoci presto 😘

  5. Il Matteo era uno di quelli che non lo voleva, un tempo. La politica non è coerenza, è diventato gioco di parole, è argomentare cercando di convincere. Vende idee, un futuro che non necessariamente sarà come ti viene descritto. Ma questo poco importa se chi ti ascolta è disposto a crederti

    • Si, ricordo che era uno dei detrattori del ponte.
      Ma gravitandoci intorno tanti di quegli interessi politici ed economici, diventa inevitabilmente il cavallo di battaglia di ogni politico di turno.
      E’ da quando sono nata che ne sento parlare e mi sembrava strano che lui non lo avesse ancora tirato in ballo.
      E poi vuoi mettere mangiare quei buonissimi arancini sul traghetto? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...