Il bandolo e la matassa

matasse8

Si ritorna sempre dove si è stati bene.

E dopo un anno, io sono tornata. In questo che, per me, è sempre stato rifugio, talvolta soffitta, spesso zattera.

Avevo solo bisogno di fermarmi per un po’. E respirare. Perché respirare è sempre più importante che arrivare.

Avevo matasse da sbrogliare, bandoli da ritrovare, vecchi nodi da districare e nuovi legami da annodare.

“Chè la diritta via era smarrita…” Ci sono viaggi che iniziano così.

A guidarmi, la voglia di raggiungere un luogo senza nome.

E i cinque sensi, come punti cardinali.

Ho attraversato strade dritte e solitarie, da camminarci dentro pensando ai cazzi miei.

Ma anche rotatorie pericolose e vicoli ciechi.

Poi ho capito che è il viaggio stesso, la risposta.

Che anche una strada senza fine, a guardare bene, ha una via d’uscita.

E che, a volte, è il bandolo che perde la matassa.

Riprendo in mano il mio uncinetto, quindi, e ricomincio a ricamare parole.

Da capo, un’altra volta.

Ringrazio di cuore chi, in questo ultimo anno, è passato ogni giorno da qui.

Chi è andato via, stanco di aspettarmi e chi non si è mosso, sapendo che sarei tornata.

É stato bello sapermi letta.

Grazie anche a chi, fuori da qui, mi ha aiutato a ritrovare il bandolo di una matassa nata intrecciata e mi incoraggiato a tornare a fare centrini. D’inchiostro.

Un pretesto per tornare bisogna sempre seminarselo dietro, quando si parte.

Ecco, il mio siete stati voi.

[E siccome anche PindaricaMente, in questo ultimo anno, é cresciuto tanto e il vestitino che indossava era ormai stretto e corto, abbiamo approfittato dei saldi di stagione e ne abbiamo comprato uno nuovo.
Sobrio, elegante, bianco. Ma quel bianco, in fondo, non é proprio bianco.]

Annunci

33 pensieri su “Il bandolo e la matassa

  1. Ma che bella sorpresa !
    Sei tornata finalmente e allora torno pure io a leggerti…
    Io i bandoli delle matasse e matassine di ferri ed uncinetto li ho un pò accantonati…
    che qualcuno li sbrogli per me? 😉
    Tiziana
    p.s. ricordi la mia mail che ti ha fatto “sorridere”?

  2. Sono felice di leggere finalmente i tuoi magnifici centrini dove appoggi pensieri, impressioni e sentimenti.
    Welcome back sister!

  3. Riguardo a quello che scrivi qui e a quello che hai scritto da me, sono sempre dell’idea che alla fine saremo tutti felici e contenti. e se non siamo felici e contenti, vuol dire solo che ancora non siamo arrivati alla fine. Il che significa che c’è ancora qualche centrino da scrivere!

  4. Non lo fare più eh, di sparire così dall’etere! ☺
    Quando sei sparita anche da twitter ho provato a mandarti delle mail, le hai ricevute?
    La tua mancanza si é sentita tanto…😘

    • Hai ragione, sono imperdonabile 😦
      Sì, ho ricevuto le tue mail e le ho lette… grazie per tutte le cose belle (e immeritate) che mi hai scritto. Appena posso ti risponderò 😘

  5. Che bello rileggerti! 😍
    Non ci speravo quasi più, e poi un afoso pomeriggio estivo…
    Non sparire più eh, i tuoi centrini d’inchiostro mi sono mancati tanto!!!

      • Che bello risentirti …Non sai quante volte ti ho cercata, cara amica sconosciuta. Avrei voluto poterti contattare per infonderti coraggio e voglia di ricominciare. E mi sono riletta i tuoi voli pindarici nei momenti down delle mie giornate tristi di quest’anno. Bentornata.!

      • Che bello sapere che mi hai aspettata!
        Grazie davvero e grazie per aver rispolverato, in questi mesi, i vecchi voli della mia mente pindarica.
        Bentrovata!!! 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...