La principessa sul pisello

BkyZ5WKCcAAiGDX

Ci sono notizie che, appena le senti nominare, parte d’istinto uno sbadiglio.

Ecco il riassunto delle puntate precedenti: è uscito l’ iPhone 6, il papa emerito si è fatto un selfie, la Canalis si è sposata e Kate Middleton è incinta.

Ebbene si, Kate si è fatta impollinare di nuovo. Ma si sa, a stare troppo sul pisello, prima o poi, succede. Lei, d’altronde, principessa è.

Della sua prima gravidanza ne avevo già parlato qui. Non potevo, quindi, non esprimermi anche sull’arrivo del secondo royal baby. E’ l’Europa che me lo chiede.

La notizia è che Kate, in quanto incinta, ha le nausee. Più o meno come migliaia di altre donne incinte in questo momento nel mondo, ma di lei, con un po’ di fortuna, potremo sapere cosa vomita, quante volte al giorno e monitorare i conati in tempo “reale”.

Tutto questo grazie ai giornalisti di Studio Aperto i cui contratti sono stati prorogati fino al 30 settembre 2017, data presunta del parto.

Non mancheranno, quindi, gli annunci ufficiali sulle ecografie e le conferenze stampa sui tamponi vaginali. L’incitamento “Push, Kate, push!” sarà in mondovisione, il parto avverrà in diretta e il primo vagito in stereofonia.

Solo Gesù, che era venuto al mondo in una stalla, con tutto il mondo che guardava e controllava, aveva osato tanto.

Intanto, è già scattato il toto-nomi. In pole position ci sono: UilliamIunior, JamesPalace e, se dovesse essere una femminuccia, ScotlandGoodbye.

Però, visto che il primo figlio è stato chiamato George io, quasi quasi, scommetto tutto su Peppa.

Qualunque sia, comunque, il sesso del pupo il suo destino è già segnato. Raggiunta la maggiore età siederà sul trono più famoso del mondo, quello di Uomini e Donne.

Morale della favola? Quello di Kate è proprio un amore da favola.

(Tradotto vuol dire che la principessa ha rotto il pisello).

Annunci

52 pensieri su “La principessa sul pisello

      • 😀 No, no, non hai esagerato! Fanno un test prima di farli entrare nell’organico: se il candidato redattore (redattore?) non è assiduo lettore di Chi, Novella2 o 3mila, e Facciamocicazziloro non lo assumono 😀

  1. Push Kate Push potrebbe sostituire il celeberrimo “keep calm”…
    In ogni caso ipoteca tutto per puntare il piú possibile su Peppa. Se vinco spero di poter fare da padrino al battesimo…

  2. Non ho capito se si deve scrivere nella Royal language o in italiano, ma io direi: God save George, Sta’ Pippa,la Peppa e la José che come al solito, ops, just as always is THE best! She knows how to turn a shit day in a batter day! Per dirla tutta m’hai fatto morì da ride!

  3. Pindarica: sei riuscita a rendere interessante una cosa di cui non mi fregava una beneamata fava (sempre di legumi si tratta). Chapeau 🙂

  4. Come sempre un ottimo lavoro.
    Comunque aggiungerei, nella lista delle notizie che cascano a pioggia sulle nostre balle: cotto e mangiato con gli orsi, i due Marò alla scoperta delle Indie, l’inizio del campionato di calcio (perché? Lo avevano interrotto?), Moira Orfei e il bacio con la tigre sbiancata, il governo italiano che continua a fare il suo mestiere da secoli (cioè nulla), la figa dei cervelli, la fuga da alcatraz, l’uomo decapitato, la donna senza veli ma con il burka, il burka senza donna, la guerra tra Russia e Indocina (mi si voglia perdonare la mia ignoranza geografica), la città fantasma di Consonno che Dj Francesco vuole acquistare, un aereo abbattuto ma che sparisce come nei migliori episodi di X-Files, un aereo di carta che ho lanciato dalla finestra dell’ufficio ma che inspiegabilmente ha centrato un tizio in un occhio e che quindi mi ha denunciato perché ha trovato la scatola nera.
    Ok, mi fermo. Mi rendo conto di essere un po’ ubriaco e quindi le mie mani stanno scrivendo anche troppo. BASTA!

      • No, giuro. Non sono tanto in sagoma ora. Sono andato a mangiare fuori coi colleghi, come un ultimo ritrovo tra amici. E tra un paio di bicchieri di rosso, un paio di grappa, ora la mano va fluida sulla tastiera e potrei anche pentirmi di quello che scrivo.

        No, difficile che mi penta di qualcosa. Comunque grazie per il genio, ma ho Steve Jobs che mi sta minacciando con un coltello puntato alla gola (“Why the people call you GENIO? You’re nothing! I’m Steve Jobs! WHO ARE YOU?!”).

      • My name is Davide. Tioly Davide.
        But everybody calls me Braghetti.
        Po pa po pa po pa po pa po… (Daft Punk ft. Giorgio Moroder – Davide by Braghetti)

      • Braghetti? Ma non è il mio vero nome. E’ un soprannome datomi a caso da amici idioti.
        Se invece ti riferivi a Davide, beh…è il tipico nome associato a qualunque bambino rompiballe. Non sai quante volte sono al supermercato e mi giro sentendomi chiamare con tono di rimprovero “Davide! Lascia giù quella roba!”, per poi scoprire che si tratta della solita mamma che rimprovera il figlio.
        Anche te, dico io, non chiamarlo Davide se poi sai che diventa una testa calda.

  5. Mitica Giusi…
    dare un’idea a te è come dare una torcia a Indiana Jones…
    Si scoprono sempre tesori verbali… conditi con ironia ed intelligenza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...