Applausi

image

Ci sono cose che non capirò mai.

La carta igienica profumata. Il tasto aria fredda del phon. Gli applausi di circostanza.

Quelli che si fanno ai funerali, ad esempio.

Non ho mai capito cosa ci sia da applaudire ad un funerale. Forse il morto. Forse la morte. O forse è solo un tributo all’ultimo atto della vita. All’ultima replica dell’ultima scena. Applauso. Sipario.

I familiari del morto, gli unici a soffrire davvero, però, non applaudono mai. Applaudono gli altri, quelli che hanno bisogno di battere le mani ai morti per sentirsi vivi.

Un parroco toscano ha addirittura ingaggiato una claque. “La compagnia dei defunti”, Padre Marcello l’ha chiamata così. Per garantire a tutti un funerale dignitoso e affollato. Dove basta partecipare, esserci, fare numero. E, all’occorrenza, battere le mani.

Una consuetudine tutta italiana quella dell’applauso inopportuno, stonato, fuori luogo.

Tipo quello che si fa sull’aereo. Dove l’atterraggio diventa un evento straordinario e il comandante dell’aereo un provvidenziale nocchiero. E l’applauso, quasi la pacca sulla spalla.

Come se il pilota fosse atterrato miracolosamente senza carrello in mezzo alla foresta amazzonica. Come se non avesse fatto semplicemente il suo lavoro. Che è, appunto, anche parcheggiare.  E, di solito, non si applaude chi parcheggia la macchina o l’autobus.

Ci sono applausi che possono poi risultare insulti. Cinque minuti è durata la standing ovation ai poliziotti che hanno ammazzato Federico Aldrovandi, massacrandolo di botte. Cinque minuti. Più della loro permanenza in carcere.

Insomma, gli applausi non mi piacciono. Tantomeno quelli registrati, quelli da copione, quelli finti da Drive In, da Paperissima.

Clap, clap, clap. Sonore risate e scroscianti battimani. E, ogni volta, lo stesso dubbio. Che forse sono io che non capisco le battute.

Non per vantarmi, ma mi sono alzata dal letto anche oggi.

Dunque, meriterei anche io 92 minuti di applausi. A scena aperta. Grazie.

Annunci

13 pensieri su “Applausi

  1. Vuoi un motivo serio per un applauso pieno di senso ?
    Quello che ti meriti ogni volta che scrivi in questo blog. Certo….quello per acclamare chi ha ucciso Aldrovandi….quello è una vergogna.
    Può anche starci quello al funerale, quello all’aereo, o quello di mamma e papà al suo piccolo che dopo tempo riesce finalmente a fare la cacca……ma quello per acclamare chi uccide no…quello no

  2. Pingback: Sossoddisfazioni! | Ventuno su 21

  3. la penso proprio come te, anzi sugli applausi ai funerali ho proprio una idiosincrasia e oltre a non battere le mani, mi chiedo cosa ci stia facendo lì, con quella gente. Applaudono ai matrimoni, prima che uno cominci a parlare, suonare, recitare. Cosa sia tutto questo bisogno di approvare non so, oltre al fatto che applaudire fa sentire in maggioranza e intelligenti, purtroppo l’applauso mantiene la maggioranza e dissolve l’intelligenza.

    • Concordo! Quando leggo sul giornale titoli tipo “Un lungo applauso ha accompagnato il feretro di…..” mi chiedo sempre il perche di quell’ applauso. E, guarda caso, i parenti sono gli unici a non applaudire. Chissà perché!
      Come hai detto bene tu, certi applausi dissolvono l’intelligenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...